Incontri con l’ombra

“…silenzi in cui si vede, in ogni ombra umana che si allontana, qualche disturbata divinità” così Eugenio Montale in “Ossi di Seppia” descrive gli incontri con l’ombra, ombra intesa nel senso del mistero, del doppio, dell’enigma; ombra come l’altro lato, quello oscuro e sfuggente di noi e delle cose che non si vedono, sinonimo di tenebra, oggetto di incantesimi e sortilegi: immagine di ciò che non si lascia decifrare e oppone resistenza ai tentativi razionalizzanti del pensiero.

E’ il nostro dopo, dove giacciono le possibilità scartate, ciò che non è stato e insieme il futuro che inquieta, oggetto di fantasia come di paura, figura minacciosa, oppure al contrario, portatrice di sogni e di promesse. Nelle ombre si possono proiettare i miraggi, le visioni, le paure, i desideri, il non detto; persone che non abbiamo mai conosciuto, luoghi dove non siamo mai stati, riverberi di accadimenti mai vissuti, sogni.

Per Jung è il lato oscuro della vita cosciente dell’uomo, il lato animale della natura umana, un mondo che sta sotto e dietro la maschera della persona e dell’agire sociale e che ha chiamato con un’espressione che ricorda Dostoevskij “sotterranei dell’anima”. E’ il luogo demonico o infero del mito e della rappresentazione religiosa. Vi abitano i mostri e i morti. E’ la notte della coscienza, ma anche fertile limo terrestre, sottosuolo da cui risorge. Dunque l’ombra non cela solo il male. In quanto tale l’ombra va guardata in faccia, va conosciuta anche nei suoi tratti penosi e conturbanti. Solo così non agirà inconsapevolmente e pericolosamente.

ombre4

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s